© Copyright www.ipratidiamar.com

Azienda beneficiaria contributo FEASR  http://europa.eu/legislation_summaries/agriculture/general_framework/l60032_it.htm

Operazione 21.1.01 “Sostegno a favore di agricoltori colpiti dalla emergenza Covid-19”

 PSR 2014-2020 – Piano di Azione più valore all’Appennino Misura 19 – Operazione 6.4.01 “Creazione e sviluppo agriturismi e fattorie Didattiche” – Avviso pubblico GAL Appennino Bolognese - Focus Area P2A – Concessione sostegno per sviluppo di aula Didattica Domanda Agrea n. 5051117 di cui al piano d’azione del GAL Appennino Bolognese

PREMESSA - QUELLO IN CUI CREDIAMO

I bambini/e e i ragazzi/e apprendono, imparano, sperimentano, crescono, si divertono attraverso le esperienze, il contatto con la Natura, la relazione con gli altri - persone e animali. La Natura, forza infinita creativa e propulsiva, è in grado di stimolare nei bambini e ragazzi esperienze costruttive a livello emotivo, cognitivo e relazionale ove sperimentare i propri talenti, competenze, e appunto relazioni.

Ed è da questa premessa, inseguendo un sogno, che nasce la Fattoria Didattica “I prati di Amar” nell’Azienda Agricola di Tonetto Laura, all’interno di un piccolo podere situato nel Comune di Valsamoggia, il cui disegno è lo sviluppo di servizi di tipo educativo, che valorizzino la condizione naturale del bambino, fondati sul valore della Relazione dell’essere umano con la Natura e gli altri animali.

La Fattoria Didattica “I Prati di Amar” – il cui desiderio è connotarsi delle caratteristiche di Fattoria Sociale, ha al proprio interno “diverse anime”, dedicate allo sviluppo di attività articolate, svolte anche con il supporto e sostegno degli animali, che vedranno coinvolti bambini e ragazzi, ma anche le famiglie insieme, soggetti in stato di disagio, eventuale disabilità e/o difficoltà, in collaborazione con le Associazioni del territorio.

Certi dell’infinita forza propulsiva della Natura, crediamo infatti che – per quanto infinitamente di grande impatto - non basti la semplice presenza degli animali per giungere alla realizzazione di un progetto e di un’esperienza di valore, ma sia fondamentale il come i bambini/e, i ragazzi/e e gli animali stessi vivono quell’esperienza, quali dimensioni di relazione possono sperimentare.

E allora il gioco, il fare assieme fanno emergere le caratteristiche dei soggetti coinvolti, in un clima di fiducia e divertimento condiviso, liberi di fiorire e in cui il saper essere diventa obiettivo fondamentale. In questa cornice di significato riteniamo che le caratteristiche del luogo, il contesto, il confort, l’armonia in cui le attività vengono svolte, assuma un significato preciso.

La Fattoria Didattica è infatti appunto un contesto, un microsistema, in cui si sviluppano azioni, interazioni, aree di apprendimento, relazioni che favoriscono la partecipazione alla vita attiva di tutti i soggetti coinvolti, ivi compresi soggetti portatori di handicap, disabilità e/o difficoltà; ma non solo, la Fattoria Didattica è anche un contesto in cui le famiglie possono trovare spazi in Natura ove condividere momenti di relax, attività laboratoriali e didattiche, sperimentare progetti ed esperienze anche in ambito educativo.

Il contesto assume pertanto le caratteristiche di uno spazio identitario, ed è nell’ottica di miglioramento di questo spazio e della qualità e confort del servizio offerto, che sono indirizzati i lavori di ristrutturazioni e migliorie oggetto della nostra partecipazione al presente Bando. All’interno delle attività previste dalla Fattoria Didattica I prati di Amar, ruolo importante rivestono infatti gli Interventi Assistiti con Animali (comunemente nota come Pet Therapy).

 GLI INTERVENTI ASSISTITI CON ANIMALI

L’importanza ed il valore degli Interventi Assistiti con Animali (in precedenza Pet Therapy) sono stati sanciti dalla pubblicazione nel 2015 di LINEE GUIDA NAZIONALI, che ne hanno determinato gli ambiti di intervento, le figure di riferimento e le caratteristiche delle strutture ad esse dedicate.

Le attività di Fattoria Didattica svolte all’interno dei Prati di Amar, ove sia previsto il coinvolgimento degli animali, siano esse rivolte ad un gruppo classe, alle famiglie, a soggetti deboli, sono progettate e realizzate nel pieno rispetto di quanto contenuto nelle linee guida, ivi compreso il coinvolgimento di eventuali specialisti e professionisti esterni quali psicologi e/o medici opportunamente formati in IAA.

Nell’ottica di offrire un servizio competente e accreditato, oltre all’abilitazione come operatore di Fattoria Didattica, la titolare dell’Azienda Agricola, è infatti in possesso anche delle abilitazioni come Coadiutore del Cavallo, Coadiutore dell’Asino e responsabile di Attività, ed opera in collaborazione, ove previsto dalle  norme e /o richiesto dalla tipologia di progetto, con una precisa Equipe Multidisciplinare di riferimento, così come regolato dalle Linee Guida Nazionali.

 I DIVERSI PROGETTI

Gli Interventi Assistiti con gli Animali prevedono infatti percorsi diversi, rivolti al singolo individuo, a piccoli o a grandi gruppi, e in particolare si definiscono, rispetto all’obiettivo perseguito, in tre grandi aree:

 TAA: terapie assistite con gli animali.

EAA: educazione assistita con gli animali

AAA: attività assistita con gli animali

 definite in relazione alla tipologia di progetto e di utenza coinvolta, che determinano il coinvolgimento di membri diversi dell’Equipe.

Progetti o percorsi ludico – ricreativi afferenti all’area delle AAA possono essere realizzati anche con gruppi classe o soggetti portatori di handicap, per consentire loro di effettuare un’esperienza in Natura, guidata e condotta, stimolante e portatrice di benessere, così come, possono eventualmente essere effettuati percorsi afferenti all’ambito delle TAA, pertanto a carattere terapeutico, su richiesta del medico o della famiglia, sempre dietro controllo e supervisione dello specialista di riferimento, o di EAA siano essi di gruppo o individuali.

 COME LAVORIAMO

Crediamo da sempre che qualsiasi attività debba mettere al centro il soggetto, l’individuo (persone e animali) ed i suoi bisogni. Pertanto secondo il nostro approccio gli interventi assistiti con animali si fondano su un principio fondamentale, ovvero il valore della relazione che si viene a generare fra i soggetti coinvolti, ed il contributo al cambiamento che l’esperienza può offrire.

Il nostro intervento si colloca nell’area ove la relazione acquisisce significati nuovi nel passaggio dal referente umano a diversi referenti: animali e Natura.

Ed è proprio in questo spazio esperienziale che bambini/e, ragazzi/e riescono in maniera spontanea e fluida a far emergere il proprio mondo emotivo, ad allenare la comunicazione non verbale, a potenziare la curiosità osservativa, la creatività, l’autonomia e la responsabilità; ad alimentare la motivazione alla scoperta dell’altro; sperimentare il decentramento relazionale e conoscitivo, fondamentali per uscire dal proprio mondo e comprendere il sentire e il pensare dell’altro. Ad agire in pratica l’empatia, sperimentando il desiderio di lasciarsi coinvolgere, la reciprocità, la cooperazione, il fare assieme. Come detto è in quest’ottica che all’interno dei Prati di Amar si sviluppano le attività che prevedono il coinvolgimento degli animali (cavalli nello specifico).

Abbiamo acquistato di recente la proprietà e i primi mesi dell’anno 2017 ci hanno visto impegnati in un massiccio lavoro di smaltimento della copertura in amianto (doppio strato) che costituiva il tetto della scuderia e del fienile attiguo (circa 500 mt quadri di superficie), al fine di offrire all’utenza la possibilità di incontrare gli animali in area salubre e confortevole.

Ed è nella direzione del miglioramento progressivo del complesso che desidereremmo effettuare le opere di cui alla nostra richiesta per questo bando, ed in particolare la ristrutturazione di un bagno (attualmente non fruibile) – accessibile anche da persone portatrici di handicap –  di un’area attigua da destinare all’accoglienza e alla didattica, e il rifacimento del corsello di accesso in modo da poterlo rendere fruibile anche a coloro che presentano difficoltà motorie.

La presenza dell’area didattica permette di accogliere i fruitori del servizio all’interno di un’area coperta, riscaldata nella stagione invernale, in cui affrontare temi didattici di etologia e conoscenza del mondo dell’altro, di preparazione all’incontro vero e proprio con i cavalli, presentazione di immagini e testi, oltrechè di offrire un riparo e un maggior confort al termine delle attività.

Essendo l’Azienda Agricola di recente costituzione, non sono disponibili fatturati di riferimento per gli anni precedenti.

Tuttavia l’esperienza effettuata sino ad ora in collaborazione con altre strutture ci consente di affermare, in base a dati concreti di esperienze fatte, che vi è una ampia fascia di utenti interessati ai progetti relazionali di crescita e sviluppo di aree e competenze diverse.

Siamo pertanto condotti a ritenere che l’investimento sia oltrechè necessario per offrire un servizio adeguato, anche ampiamente compensato dal maggior afflusso che confort della struttura consentirebbe.

Rivolgendosi ad esempio alle scuole, l’assenza del bagno è certamente penalizzante, e per quanto presente il “wc chimico” , lo stesso presenta evidenti scomodità oltreché un impatto visivo sull’ambiente circostante certamente non trascurabile.